Caratteristiche del linguaggio di programmazione Ruby

Guida alla programmazione con Ruby

Le caratteristiche peculiari di Ruby lo rendono un linguaggio di programmazione soprattutto semplice, il suo utilizzo si apprende in pochi giorni, senza presentare grosse difficoltà grazie ad una sintassi snella e davvero pratica; in aggiunta presentando a corredo un numero davvero corposo di librerie incluse nella distribuzione ed integrabili con quelle installabili tramite RubyGems si rende possibile, come già anticipato  realizzare i nostri programmi in brevissimo tempo.

Ruby si presenta particolarmente dinamico, un esempio è fornito dal fatto che le variabili possono essere tranquillamente utilizzate senza la necessità di dichiararne il tipo, sarà allora l’interprete in grado di identificarle; tutto questo però senza perdere in precisione in quanto le operazioni non consentite tra tipi diversi provocheranno un errore, cioè non potrà mai accadere, in modo più o meno nascosto, che un valore di un certo tipo venga utilizzato come se fosse di tipo diverso (strong typing).

Grazie a questo un operazione del tipo 1+”2″ (somma di un numero e di una stringa) determinerà un errore di runtime (errore in fase di esecuzione), diversamente da linguaggi come php o perl che invece non permettono un controllo analogo.

In ruby è possibile manipolare le classi ed i metodi a runtime, cioè possono essere aggiunti, cancellati o modificati in fase di esecuzione. In questo modo molte delle cose che negli altri linguaggi rappresentano delle strutture complesse possono in ruby costituire dei semplici metodi; è altresì possibile aggiungere classi e metodi personalizzati, creando dei Domain Specific Language (DSL).

DLS

Un Domain Specific Language è un minilinguaggio adatto ad un problema specifico, l’ideale sarebbe avere un linguaggio per ogni scopo, ma senza il problema di doverlo ogni volta imparare da zero. D’altronde il cuore della programmazione è costruire degli strumenti che permettano di risolvere un problema, ed un linguaggio è lo strumento per eccellenza.

Ruby è perfetto per la costruzione di semplici DSL da utilizzare all’interno della propria applicazione, grazie alla sua sintassi ed alle sue funzionalità di metaprogrammazione.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>