Editing da linea di comando in Matlab

MATLAB

Le varie frecce e chiavi di controllo presenti sulla tastiera permettono di richiamare, compilare, e correggere comandi digitati in precedenza in ambiente Matlab. Per esempio, si supponga di digitare per sbaglio la seguente riga:

rho = (1 + sqt(5)) /2

In essa risulta sbagliata l’ortografia della funzione sqrt. MATLAB risponde allora con il seguente codice:

??? Undefined function or method ‘sqt’ for input arguments of type ‘double’.

Allora invece di riscrivere l’intera linea, basterà semplicemente cliccare sul tasto freccia su; in questo modo l’ultimo comando digitato comparirà sul prompt di Matlab e potremo correggerlo prima di mandarlo in esecuzione.

Per l’editing della linea di comando potremo utilizzare le frecce dx e sx per spostare il cursore sulla t ed inserire in questo modo la r mancante . L’uso ripetuto della freccia su richiama le linee digitate in precedenza, digitando un carattere e poi il tasto freccia su si cerca la linea di codice digitata precedente che inizia con quel carattere.

L’elenco dei comandi di linea disponibili è di seguito riportato:

  • freccia su oppure ctrl-p -Richiamano linea precedente
  • freccia giu oppure ctrl-n -Richiamano linea seguente
  • freccia sx oppure ctrl-b -Trasportano indietro di un carattere
  • freccia dx oppure ctrl-f -Trasportano in avanti di un carattere
  • ctrl+freccia dx oppure ctrl-r -Trasportano alla destra della parola
  • ctrl+freccia sx oppure ctrl-l -Trasportano alla sinistra della parola
  • home oppure ctrl-a -Porta all’inizio della linea
  • end oppure ctrl-e -Porta alla fine della linea
  • esc oppure ctrl-u -Ripulisce la linea
  • del oppure ctrl-d -Cancellano il carattere sul cursore
  • backspace oppure ctrl-h -Cancellano carattere dopo il cursore
  • ctrl-k -Cancella fino alla fine della linea.

Se un’espressione risulta essere troppo lunga e non rientra in una sola riga è possibile utilizzare l’operatore tre punti,…, seguito dal tasto  Return o Enter per indicare che l’espressione continua sulla prossima riga.

Ad esempio potremo scrivere:

s = 1 -1/2 + 1/3 -1/4 + 1/5 – 1/6 + 1/7…
- 1/8 + 1/9 – 1/10 + 1/11 – 1/12;

Gli spazi vuoti prima e dopo i seguenti operatori =, +, e – sono opzionali, ma migliorano la leggibilità del codice.

LINK DI APPROFONDIMENTO PER L’ARGOMENTO:

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>